la leggenda della Stella alpina (Leontopodium alpinum )

Una leggenda narra che un giovane recatosi in montagna a raccogliere erbe e a caccia di marmotte non fece più ritorno a casa; la moglie preoccupata, essendo passati ormai alcuni giorni, si recò alla ricerca del marito. Ne ritrovò il corpo esanime tra due lastroni di ghiaccio e non potendolo raggiungere rimase a piangerlo, sulla sporgenza della roccia sovrastante, per tutto il giorno. Quando venne il buio la giovane non si mosse e continuò il suo pianto per tutta la notte, tanto che la mattina successiva i suoi capelli e le ciglia erano ricoperti di brina, come una peluria argentata. Pregò poi il Signore chiedendo di poter restare per sempre vicino al suo amore e di poterlo vegliare da lassù, non potendogli andare vicino. Il suo desiderio fu esaudito e fu trasformata nel bel fiore che è il simbolo delle Alpi, la Stella alpina. La tradizione vuole che la Stella alpina sia specie che cresce, rara, sulle rocce in luoghi difficilmente raggiungibili, cosa che la rende particolarmente appetita ai turisti; in realtà essa cresce prevalentemente e comunemente sui pascoli alpini, oltre il limite dei boschi. A causa della raccolta indiscriminata la specie è minacciata di estinzione.
la leggenda della Stella alpina (Leontopodium alpinum )


Altri articoli:
APERITIVO CON LE ERBE
MINI MONT BLANC MANIA
Gli atelier al Giardino Botanico Alpino Saussurea (Pavillion du Mont Fréty – Courmayeur)
seguici su Facebook!
il nuovo Blog del Giardino
Le Genziane
la leggenda della Stella alpina (Leontopodium alpinum )
Le piante di Montagna ...nella nostra vita, salute e bellezza con le specie medicinali alpine
La flora alpina